Stemma Fiorenzuola

GALLERIA FOTOGRAFICA

FIORENZUOLA CHANNEL

CAMPAGNA ABBONAMENTI

BIGLIETTERIA STADIO

Next Match

Campionato Serie D 2015/16
Domenica 14 Febbraio ore 14.30
Lecco - Fiorenzuola

Visitatori on line

 31 visitatori online

Totale Visitatori Sito

Tot. visite contenuti : 157567

Richieste di Accredito

Le richieste di accredito per le partite casalinghe devono pervenire inderogabilmente al numero di FAX 0523-982615, entro 24 ore prima dell’inizio dell’incontro. La richiesta deve specificare:

· Società, Ente o altro Soggetto richiedente;

· Partita interessata e data;

· Numero di accrediti;

· Cognome e nome, date e luogo di nascita, qualifica dei beneficiari;

I nostri Sponsor


 

 


 

Sponsor elenco completo 

Amarcord - Come eravamo..

Giovedì 11 Febbraio 2016 06:15

 

Girometta uomo della provvidenza, finisce pari

 

Fiorenzuola - Virtus Bergamo: 1 - 1

 

 

Fiorenzuola: Corradi, Donati (52' Sereni), Guglieri (49' Girometta), Petrelli, Piva, Reggiani, Masseroni, Sessi, Castagna, Franchini, Morga. All. Mantelli

 

Virtus Bergamo: Bacuzzi, Ravot, Seck, Tognassi, Altare, Meregalli, Franzoso (89' Baldrighi), Redaelli (54' Lemma), Amodeo (63' Bosio sv) , Morosini, Germani. All. Madonna

 

Arbitro: Capovilla di Verona (Andreatta-Beltrame)

Ammoniti Altare (VB), Germani (VB), Piva (F), Lemma (VB), Seck (VB), Franchini (F), Morga (F). 

Reti: 24' Germani (VB), 83' Girometta (F)

 

Un Fiorenzuola più fortunato che bello passa prima in svantaggio dopo 24 minuti di gioco, poi è bravo ad agguantare in extremis un pareggio insperato, grazie a Girometta, che si conferma uomo della provvidenza. Importantissimo in questa stagione il contributo dell’attaccante rossonero, in grado di entrare nelle ultime frazioni di gioco e cambiare l’inerzia delle partite con gol pesanti, che regalano punti preziosi. Chi si aspettava contro la Virtus Bergamo un Fiorenzuola brillante e padrone del campo è rimasto deluso. Sono stati infatti i bergamaschi a mettere in difficoltà i rossoneri, giocando una buona partita: dopo aver trovato il gol con Germani, hanno controllato senza troppi affanni il match, fino all’83’ quando il Fiorenzuola ha capitalizzato l’unica vera occasione che gli è capitata. Se da una parte, Petrelli e compagni incassano il nono risultato utile consecutivo, dall’altra resta il rammarico di non aver saputo sfruttare meglio l’occasione dello scontro salvezza tra le mura amiche.

Con Corso indisponibile e Fogliazza non al meglio della condizione, Mantelli in partenza schiera Corradi in porta; Donati, Piva, Reggiani e Guglieri a formare la linea difensiva; Masseroni, Sessi e Petrelli a centrocampo; Franchini avanzato a supporto delle due punte Castagna e Morga. La Virtus Bergamo risponde con un classico 4-4-2. 

La forte partenza fiorenzuolana dopo due minuti illude i tifosi del Comunale: il traversone di Masseroni dalla sinistra induce il capitano Tognassi ad un intervento scomposto, che per poco non gli costa un'autorete. Ma si tratta di un fuoco di paglia, infatti dall'altra parte un black out difensivo innesca un pericoloso contropiede di Amodeo, che però è impreciso al momento di servire il compagno Germani e l’azione sfuma. Al 20' la Virtus sfiora il vantaggio: Germani arriva al limite dell’area e prova il pallonetto, la sfera si stampa sulla traversa e ritorna in campo, ma non c’è nessuno che ne approfitta. E’ il preludio del gol. Passano infatti due minuti e ancora Germani, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, trova il guizzo vincente e porta meritatamente in vantaggio i suoi, 0-1. La reazione del Fiorenzuola non arriva, incapace di trovare sbocchi e riprendere in mano la partita. Ne approfitta la Virtus con Franzoso, che prova ad assestare il colpo del ko, ma Corradi interviene e neutralizza. Poco prima dell’intervallo, il diagonale di Donati per poco non diventa un prezioso assist per Morga, ma l’attaccante valdardese non aggancia e l’azione sfuma. Ad inizio ripresa, Mantelli butta nella mischia Girometta al posto di Guglieri, per creare insieme a Morga e Castagna un Fiorenzuola tutto a trazione anteriore. Entra anche Sereni per Donati. Ma nonostante i cambi, la manovra rossonera rimane macchinosa e sterile. Il lavoro di costruzione del gioco di Sessi e Franchini, quest’oggi poco ispirato, s’infrange contro il centrocampo bergamasco, ottimo nella fase d’interdizione. Di conseguenza a Morga e Castagna non arrivano palle giocabili e restano spesso isolati. L’unico che ci prova è Sessi: prima al 16’ la sua punizione dalla trequarti  spiove pericolosamente in area, ma nessuno riesce ad approfittarne; poi al 31’ il suo tiro dalla sinistra costringe Bacuzzi all’intervento. Nonostante le difficoltà il Fiorenzuola non molla e all'83' la sua tenacia viene premiata: Franchini serve Sessi, il cui tiro s’infrange contro la traversa, la palla torna in campo e Girometta è il più rapido di tutti e di testa punisce come all’andata i bergamaschi, 1-1.

I ragazzi di Mister Mantelli confermano di soffrire le squadre che arrivano al Comunale chiudendosi a riccio, mentre si esprimono meglio in trasferta, dove gli avversari giocano più a viso aperto. In ogni caso, bisognerà lavorare su questo aspetto, perché la salvezza passa sopratutto dalle vittorie casalinghe. Tra le note positive, il grande cuore che ci mettono tutti i giocatori che scendono in campo: nessuno si tira mai indietro e tutti combattono senza risparmiarsi fino al triplice fischio finale. Questo fa ben sperare per il futuro, anche se domenica ai rossoneri spetta una trasferta difficilissima contro il  Lecco, dove andare la e pensare di difendersi solamente equivarrebbe ad una sconfitta certa.

 
Mercoledì 10 Febbraio 2016 06:29

 

Sfida delicata quest'oggi al Comunale

 

 

La sorpresa del 25esimo turno di Serie D Girone B è sicuramente il punto che il Fiorenzuola è riuscito a strappare a Seregno, insieme alla vittoria di misura della Grumellese a Crema. Bel risultato per i rossoneri, che rimangono a -2 dalla zona salvezza, anche se il successo della Grumellese, che vola a +6, rischia di scavare un solco importante nei piani bassi della classifica. Nemmeno il tempo di fare calcoli che mercoledì 10 febbraio alle 14.30 si torna già in campo per la 26esima giornata.

I ragazzi di Mister Mantelli devono assolutamente vincere nella delicatissima sfida salvezza contro la Virtus Bergamo, dell’ex biancorosso Armando Madonna. I bergamaschi arrivano dalla vittoria di misura contro il Sondrio e sono solamente a 2 lunghezze dai valdardesi. Ma una vittoria dei rossoneri potrebbe, dopo molto tempo, portare al di fuori della zona play out i ragazzi del presidente Pinalli. Al contrario, una sconfitta li risucchierebbe nuovamente nella zona play out. Ecco perché il confronto al Comunale potrebbe rivestire un’importanza vitale per il futuro del Fiorenzuola. In trasferta la Virtus ha collezionato solamente 3 vittorie ed 1 pareggio questa stagione, subendo 27 gol e facendone solamente 17. All’andata, in gara giocata in notturna,  Petrelli e compagni espugnarono Alzano, dopo una partita molto combattuta, grazie ad un gol capolavoro di Girometta. Ma rispetto ad allora, la Virtus è profondamente cambiata, a partire dal suo tecnico Armando Madonna, che ha portato esperienza e valore a tutto l’ambiente. Inoltre a dicembre sono arrivati due rinforzi importanti per il centrocampo: si tratta dell’ex professionista Ettore Franzoso ed dell’ex piacentino Mauro Redaelli.

Sulla sponda fiorenzuolana Corso è l’unico indisponibile, mentre Fogliazza, che non ha potuto allenarsi con regolarità, dovrebbe sedersi in panchina. Invece Franchini, dopo aver scontato la squalifica, rientra per supportare il duo Morga - Castagna.

 
Martedì 09 Febbraio 2016 06:56

 

Castagna ospite a Zona Calcio

 

 

Ieri sera dagli studi di Telelibertà, Davide Castagna ha parlato del buon momento del Fiorenzuola, che sta inseguendo una salvezza diretta non facile. Resta comunque molto ottimista l'attaccante rossonero "A Fiorenzuola ho trovato un ottimo ambiente ed un bel gruppo, che è difficile trovare in altre squadre di Serie D. Mantelli è un gran motivatore e sta dando tutto per la causa. Io avrò delle pecche tecniche, ma certamente sono uno che combatte fino alla fine e mi impegnerò al massimo per vedere il Fiorenzuola salvo. Poi non so cosa succederà. Certamente non mi dispiacerebbe rimanere anche il prossimo anno, ma questo dipende dalle scelte della società". Incalzato dalle domande della conduttrice Nicoletta Marenghi, il toro di Civate ha raccontato il suo approdo in Valdarda "Ho iniziato la stagione nella Pro Sesto e stavo facendo bene, avevo segnato sei gol. Però non mi trovavo con l'allenatore, che non mi faceva giocare con continuità. Quando l'ambiente non mi stimola non riesco a rendere come dovrei. Quindi ho accettato subito la chiamata del presidente Pinalli, che mi ha detto che cercava gente motivata per una sfida ambiziosa. Non ci ho pensato due volte ed ho accettato subito."

 
Domenica 07 Febbraio 2016 20:27

Ottimo pareggio col Seregno 

Seregno - Fiorenzuola: 1-1

 

 

 

Seregno: Bardaro, Capelli, Baschirotto, Gori, Merli Sala, Vigano, Lillo, Marchesini, Bosio, Mauri, Gasparri. A disposizione: Acerbis, Lacchini, Fabiani, Romeo, Szekely, Vitale, Iori, Testori, Capogna. All.: Cotroneo.

 

Fiorenzuola: Corradi, Sereni (78' Maggi), Guglieri, Masseroni, Piva, Petrelli, Pighi (75' Donati), Sessi, Castagna, Molinelli (55' Girometta), Morga. A disposizione: D'Apolito, Ratti, Mameli, Reggiani. All.: Mantelli

 

Reti: 7' Baschirotto (S), 91' rig. Morga (F)

 

Un Fiorenzuola tutto cuore trova il pareggio a tempo scaduto, in casa della seconda forza del campionato. Come nella gara d’andata al Comunale, il Seregno passa in vantaggio nei primi minuti di gioco con Baschirotto, ma questa volta trova sulla sua strada Francesco Morga, che al 91’ su rigore pareggia i conti. Per i ragazzi di Mister Mantelli si tratta dell’ottavo risultato utile consecutivo, che permette un ulteriore avvicinamento alla zona salvezza. Un punto più che meritato, alla luce di quanto visto in campo quest’oggi: con i rossoneri autori di un ottimo primo tempo e bravi a crederci fino alla fine. Alla vigilia Mantelli deve fare a meno di Franchini (squalificato), Corso (infortunato) e Fogliazza (influenzato), mentre Girometta e Reggiani non sono al meglio della condizione. In partenza, scendono in campo: Corradi tra i pali; Sereni, Guglieri, Piva e Petrelli a formare la linea difensiva; Pighi, Masseroni, Sessi e Molinelli a centrocampo; con Castagna e Morga a formare il reparto offensivo.

Il Seregno parte subito forte e dopo soli sette minuti sblocca il risultato. Gasparri trova il traversone vincente, su cui si avventa il terzino Baschirotto, che di piatto infila la palla sotto la traversa, 1-0. Il Fiorenzuola non si demoralizza ed immediatamente si riorganizza e si getta in avanti alla ricerca del pareggio. Il gioco rossonero schiaccia il Seregno e produce numerose azioni da gol, che non vengono però concretizzate. Prima Pighi, in due occasioni, poi Morga vanno vicinissimi al gol, ma i padroni di casa si salvano. Infine è Bardaro ad opporsi a due tiri pericolosi di Castagna. La porta del Seregno sembra stregata ai rossoneri e così si chiude il primo tempo. Nella ripresa la manovra fiorenzuolana cala d’intensità, per le tante energie spese, ed il Seregno prende coraggio facendosi vedere più volte dalle parte di Corradi. Ma Piva e compagni riescono a contenere il pressing avversario ed evitare il raddoppio. Per invertire l’inerzia della partita, Mantelli getta nella mischia Girometta per Molinelli, Donati per Pighi e Maggi per Sereni. Saranno scelte che si riveleranno azzeccate. Infatti nel finale è Maggi, prodotto del settore giovanile fiorenzuolano, ad avere un'occasione importante, non adeguatamente sfruttata. Qualche minuto più tardi è il neo entrato Donati, sugli sviluppi di una mischia in area lombarda, ad andare alla conclusione della distanza. La palla viene toccata in modo falloso da un difensore del Seregno e per l’arbitro non ci sono dubbi nell’assegnare il calcio di rigore. Come la settimana prima, della battuta s’incarica Morga, che non sbaglia, 1-1.   

Raggiante Mantelli all’uscita dagli spogliatoi, che dichiara “Quella di oggi era una partita difficilissima, contro un avversario molto forte. Sono contento per i ragazzi, il cui lavoro è stato premiato. Nel primo tempo abbiamo fatto un’ottima partita, giocando alla pari, poi nel secondo tempo abbiamo subito le loro ripartenze. Mercoledì saremo di nuovo in campo contro la Virtus Bergamo, per noi un’altra finale. Ma sono fiducioso, perché questo gruppo sta affrontando le gare con la giusta mentalità e sta bene. Comunque non dobbiamo abbassare la guardia, perché il rischio della retrocessione diretta è dietro l'angolo.” 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 62

Ricerca nel Sito

ASSOCIAZIONI PARTNER

 

 

 

DAY CAMP ROSSONERI

Codice Etico

 

Scuola Calcio Academy

        

Fiorenzuola su Internet

 

 

 

 

Risultati e Classifiche di tutti i Campionati